Zuppa di miso: proprietà e benefici

Nel nostro percorso alla scoperta delle prelibatezze della tradizione culinaria orientale, non può certo mancare un focus sulla celebre zuppa di miso – anche conosciuta come “misoshiru” – uno dei piatti più noti ed apprezzati della cucina giapponese. Come molti di voi sanno, si tratta di una zuppa a base di brodo, pasta di miso ed altri ingredienti stagionali, consumata quotidianamente in Giappone, perchè particolarmente ricca di sostanze nutrienti. Un piatto non solo gustoso, ma anche salutare. Il nostro ristorante, ad esempio, la propone come antipasto, ma spesso può essere consumata anche tra una portata e l’altra.

Vediamo allora come si prepara e quali sono le zuppa di miso proprietà benefiche per il nostro organismo.

Cos’è la zuppa di miso?

Come già detto, la misoshiru è una delle zuppe più note ed apprezzate della tradizione culinaria giapponese. E come espresso chiaramente dal suo nome, l’ingrediente fondamentale di questa preparazione è il miso, una pasta ottenuta dalla fermentazione dei semi di soia gialla con sale marino e con un cereale a scelta tra orzo, riso, segale, grano saraceno o miglio (a seconda della stagionalità e della zona di produzione del miso stesso).

Altro ingrediente fondamentale è il dashi, ossia un leggero brodo di pesce preparato con alga kombu e scaglie di tonnetto striato essiccato (katsuobushi). A questi ingredienti basilari se ne aggiungono poi altri a seconda della stagionalità: il tofu e il negi – una pianta simile all’erba cipollina – anzitutto, e poi ancora carote, cipolla, gamberetti e funghi. Insomma, una serie di alimenti gustosi e dalle incredibili proprietà benefiche, che ben ci fanno capire perchè la zuppa di miso sia un piatto tanto apprezzato nella tradizione culinaria giapponese (e non solo).

Come si prepara la zuppa di miso

Una volta chiarito come si compone questo piatto tradizionale giapponese, cerchiamo di capire anche qual è la ricetta originale della misoshiru e come si prepara.

Ingredienti

  • 600ml di Dashi – a base di Alga Kombu e Katsuobushi
  • 4 cucchiai di Miso
  • 100gr di Tofu
  • 4 gr di Alga Wakame
  • Zenzero fresco
  • Acqua

Anzitutto, è necessario procedere con la preparazione del dashi: tagliate quindi l’alga kombu a pezzetti, mettetela in un pentolino pieno d’acqua e lasciatela a mollo per almeno 30 minuti. Trascorso questo tempo, mettete il pentolino sul fuoco e lasciatecelo almeno per 15 minuti, così da permettere all’alga di insaporire l’acqua. A questo punto, togliete l’alga e versate il katsuobushi nel pentolino. Portate ad ebollizione, poi spegnete la fiamma e lasciate riposare il composto per 10 minuti. Terminati questi passaggi, filtrate il brodo e riponetelo in un pentolino che andrà nuovamente sul fuoco.

Ora aggiungete il miso, sciogliendolo quanto più possibile per riuscire a farlo amalgamare subito con il dashi. Mescolate il tutto e lasciatelo riposare per almeno 5 minuti. Se volete, potete aggiungere una spolverata di zenzero fresco per impreziosire il sapore della zuppa.

Nel frattempo, disponete il tofu in cubetti all’interno di una ciotola, aggiungete l’alga wakame tagliata a pezzetti e poi versatevi sopra il brodo. A questo punto, avrete pronta la vostra zuppa di miso. Se invece ne preferite una versione totalmente veg, potete scegliere di preparare il brodo utilizzando l’erba cipollina in sostituzione del tonno striato essiccato. E non solo, se volete aggiungervi altri ingredienti, potete sentirvi liberi di farlo. Potete preparare, ad esempio, una zuppa di miso con verdure aggiungendovi carota, cipolla, funghi e patate, come spesso succede nei ristoranti occidentali che vogliano rivisitare la tradizione giapponese.

Zuppa di miso proprietà benefiche

Secondo la tradizone giapponese, la zuppa di miso è un piatto adatto a riequilibrare le energie negative della giornata. E se questa credenza popolare può sembrarvi strana, in realtà ha un suo fondamento reale: il miso è, infatti, un alimento particolarmente ricco di enzimi ed antiossidanti, che consentono al nostro organismo la completa eliminazione delle scorie. Ecco perché si dice che sia utile per eliminare le sostanze negative dal nostro corpo. Qualcuno ha addirittura sostenuto che le proprietà disintossicanti di questo piatto abbiano aiutato i sopravvissuti della bomba atomica a superare il problema delle radiazioni. Un’esagerazione molto probabilmente, che però ben ci fa capire quanto sia importante questa zuppa per i Giapponesi.

Ma questa non è la sola caratteristica del piatto. La zuppa di miso è anche molto ricca di proteine positive, facilmente assimilabili dal corpo, il che la rende perfetta soprattutto per chi segue una dieta vegetariana e vegana. Ma si dimostra anche ricca di lactobacilli, che aiutano a ristabilire ed equilibrare la flora batterica intestinale, oltre che ad incremente notevolmente le difese immunitarie. Proprie queste caratteristiche ci permettono di dire che la zuppa di miso è ben adatta anche all’alimentazione dei bambini, che possono così rinforzare il loro sistema immunitario nelle stagioni più fredde dell’anno.

Infine, è importante sottolineare che il miso contiene una grande quantità di genisteina, una sostanza in grado di inibire la produzione di cellule tumorali. Recenti studi scientifici, infatti, hanno dimostrato che si tratta di un alimento ben adatto a prevenire e trattare tumori al seno, al cervello e alla proposta. Questo significa che la zuppa di miso è un anticancro potente, che può essere consumato ogni giorno per proteggere il nostro organismo.

Guarda anche:

Noodles: come fare il brodo

Se gli Italiani hanno gli spaghetti, gli Orientali hanno i noodles, un tipo di pasta...

Il mondo dei noodles: cosa sono e quali sono gli ingredienti

I noodles hanno ormai conquistato il mondo. Merito della loro versatilità in cucina - possono...

Ramen: storia e ricetta dei famosi noodles in brodo

Scopriamo insieme il ramen. Le origini e la storia. Come prepararlo secondo la ricetta originale...