Sushi vegetariano: alternative veggie e senza alghe

Se pensate che provare la cucina giapponese significhi mangiare soltanto proteine animali, vi state sbagliando di grosso. Da qualche anno a questa parte, infatti, si è diffusa sempre di più la tendenza del sushi vegetariano, così da soddisfare anche le esigenze di chi è molto restio al consumo di pesce, ma non vuole rinunciare alle prelibatezze della tradizione orientale. Proprio per questo, da Sushi e Noodles proponiamo un’ampia scelta di vegetariano sushi, accuratamente preparato seguendo le regole della cucina nipponica: maki classici e speciali, i cui ingredienti sono esclusivamente vegetali. Ma vediamo più nel dettaglio come si prepara la variante veggie del sushi e quali sono le ricette più apprezzate.

Come fare il sushi vegetariano

Considerando che tutti sappiamo che il pesce crudo è uno degli ingredienti più caratteristici della cucina giapponese, è chiaro che il ripieno sushi vegetariano consista, invece, esclusivamente in verdure. Ma è davvero possibile? Ebbene sì. C’è però da dire che la preparazione sushi vegetariano non è molto diversa da quella più tradizionale a base di pesce. Come potete immaginare, la prima cosa di cui preoccuparsi è proprio la cottura del riso: dopo averlo sciacquato abbondantemente con acqua fredda per eliminare l’amido in eccesso, potete poi metterlo in una pentola coperto da acqua freddo e farlo cuocere per 30 minuti (10 a fuoco alto e 20 a fuoco basso), coperto da un coperchio.

Appena cotto, potete concluderne la preparazione versandovi un composto a base di aceto di riso, zucchero e sale, per poi mescolarlo e lasciarlo raffreddare in un recipiente di legno. A questo punto, è possibile insaporire il riso utilizzando semi di sesamo bianchi e neri, per poi procedere alla tradizionale preparazione dei maki con l’ausilio di una stuoia di bambù e di fogli di alga nori. E per quanto riguarda il ripieno? Qualunque verdura, cruda o cotta, può andare bene per cucinare sushi vegetariano.

Sushi vegetariano ricette

Se ci fermiamo a pensare alla quantità di prodotti vegetali esistenti in natura, è chiaro che esistano infinite ricette per la preparazione del sushi vegetariano e vegano. Qui abbiamo pensato di segnalarvi alcune tra le più apprezzate (e facili da preparare).

Maki con cetriolo o avocado

Un grande classico per i vegani che non possono fare a meno di rinunciare alla cucina giapponese. La preparazione è molto semplice: pelate il cetriolo, privatelo delle estremità, eliminate la parte centrale in cui si concentrano i semi e poi tagliatelo a fettine sottili o piccole listarelle; lo stesso vale per l’avocado, che va pelato, eliminato del nocciolo e poi tagliato a fette di medio spessore. A questo punto, stendete l’alga nori e ponetevi sopra uno strato di riso, su cui andrete a sistemare le vostre fettine di cetriolo o di avocado (magari aggiungendovi una spolverata di zenzero). Arrotolate il tutto e poi tagliate a rotoli utilizzando un coltello apposito, ed ecco pronto il vostro sushi veggie.

Maki con zucchine

Una versione italianizzata del più noto piatto giapponese. Le modalità di preparazione del sushi vegetariano con zucchine sono molte e diverse tra loro, ma noi cercheremo di proporvi qui la nostra preferita. Si tratta, infatti, di una sushi vegetariano ricetta senza alga, che viene letteralmente sostituita da una fetta lunga di zucchina, su cui dovrete andare a disporre di riso condito con pomodoro e carota grattugiata. Per arricchire la preparazione, potete spalmare sul riso anche uno strato di maionese vegana, e poi infine arrotolare la zucchina fermandola con uno stuzzicadenti. Una versione insolita del sushi vegetariano, perfetta per chi non ama il gusto e la consistenza dell’alga nori.

Maki con frittata giapponese

Ecco una ricetta davvero interessante per i vegetariani che non vogliono affatto rinunciare alla tradizione culinaria nipponica. L’idea è quella di utilizzare come ripieno del vostro sushi vegetariano la caratteristica frittata giapponese. Come si prepara? Semplicemente sbattendo le uova con l’aggiunta di zucchero, dashi (4 cucchiai d’acqua + 1/3 di cucchiaio di brodo) e salsa di soia. Una volta che questa è pronta, non dovrete far altro che tagliarla a fettine sottili e disporla al di sopra del riso che ponete sull’alga nori. Arrotolate il tutto e otterrete in poco tempo una versione vegetariana del caratteristico sushi giapponese.

Queste sono soltanto alcune delle ricette adatte alla preparazione di un sushi a base di ingredienti vegetali. Se desiderate trovare un locale dove poter mangiare sushi vegetariano Roma, Sushi&Noodles vi offre un’ampia offerta di proposte al riguardo. Anzitutto, il menù vi offre i classici Kappa e Avocado Maki, rispettivamente con ripieno di cetriolo e di avocado. Altrimenti, tra i maki speciali si trova il Veggie Asparagus, una ricetta senza alga a base di riso integrale, avocado, asparagi e anacardi sbriciolati. Queste sono solo alcune delle proposte vegetariane del locale, che vanta anche interessanti piatti a base di tofu, chiaramente ispirati alla tradizione culinaria giapponese e fatti su misura per chi ha specifiche esigenze alimentari che non prevedano il consumo di proteine animali. Insomma, il sushi veggie esiste, ed è anche molto gustoso.

Guarda anche:

Soia: proprietà e utilizzi

Seppur di origine orientale, e chiaramente legata alla tradizione culinaria giapponese, la soia è oramai...

Come si prepara lo zenzero per sushi

Lo zenzero marinato per sushi è uno degli elementi immancabili della cucina giapponese. Accompagna infatti...

Pokè bowl versione vegetariana

Da qualche anno a questa parte, la poké bowl è il food trend che impazza nei locali...