Alla scoperta delle alghe giapponesi: wakame

Tra le pietanze più note della tradizione culinaria orientale, vale senza dubbio la pena menzionare le alghe giapponesi, conosciute non soltanto per il sapore caratteristico, ma anche per le loro incredibili proprietà benefiche. Per chi non lo sapesse, ne esistono diverse tipologie, ognuna con una sua peculiarità: le alghe Kombu, le Nori e le Hijiki sono solo alcune di quelle più utilizzate nella cucina nipponica. Ma in Occidente, invece, le più note sembrano esse le Wakame, le alghe verdi giapponesi utilizzate in diversa forma nella tradizione culinaria giapponese.

Ma scopriamo qualcosa di più sulle loro proprietà e caratteristiche.

Wakame: tutto sulle alghe giapponesi verdi

Conosciuta con il nome scientifico di Undaria Pinnatifida, l’alga Wakame è originaria di zone come Giappone, Corea e Cina, dove cresce sui fondali marini fino ad una profondità di 7 metri circa. A partire dagli anni Ottanta, sono poi coltivate anche lungo le coste bretoni (a Nord della Francia), dove hanno riscosso un grande successo per via del loro impiego nella cosmesi naturale. È indubbio, infatti, che le proprietà delle alghe giapponesi le rendano perfette per il nostro benessere personale, perché ricche di vitamine, sali minerali e amminoacidi essenziali.

In linea di massima, crescono in acque molto agitate, dove vengono poi raccolte in primavera dai pescatori locali. Dopo la raccolta, è importante cucinare le alghe giapponesi, sbollentandole in acqua così da eliminare tutti quei batteri e microrganisimi che, fermentando, potrebbero farle marcire. Questo passaggio aiuta anche a conferire alle alghe il loro caratteristico colore verde brillante. Ma il colore non è la sola peculiarità che le contraddistingue. Le Wakame sono infatti molto versatili, piacevolmente croccanti e caratterizzate da un aroma piuttosto fresco. Nella cucina orientale, le alghe giapponesi ricette sono piuttosto varie: vengono utilizzate per la preparazione di zuppe calde – prima tra tutte, la zuppa di miso – e di insalate, oppure come perfetto accompagnamento per il sashimi o semplicemente con sesamo (le trovi da noi come Goma Wakame).

Alghe giapponesi: proprietà

Come anticipato, le Wakame vantano ottime proprietà benefiche per il nostro organismo. Pur trattandosi di un alimento molto nutriente, c’è da dire che sono a basso contenuto calorico, il che rende ben indicate per una dieta corretta.

 Calorie alghe giapponesI:  45 kCal per 100 gr

Al di là di questo, sono anche particolarmente ricche di vitamine (gruppo A, C, E, K) e di sali minerali (calcio, iodio e selenio). Ma a renderle davvero utili per il nostro benessere sono soprattutto i polisaccaridi e i fitochimici contenuti in queste golose alghe verdi.

Sono proprio alcuni polisaccaridi, detti Fucan, ad avere la capacità di potenziare il nostro sistema immunitario, ad esempio. La Fucoxantina – un pigmento contenuto nell’alga -, invece, è in grado di accelerare il metabolismo, permettendo così un consumo più rapido dei grassi (nonchè la loro eliminazione). Essendo ricca di iodio, la Wakame stimola anche il corretto funzionamento della tiroide, evitando così l’insorgere di problemi come l’ipotiroidismo o il gozzo.

E non è tutto. Contenente una buona dose di acido alginico, che a contatto con l’acqua si trasforma in un gel colloidale, quest’alga è in grado di proteggere lo stomaco dagli attacchi degli acidi, risultando così particolarmente indicata in caso di ulcera o gastrite. Anzi, è proprio l’acido alginico a conferirle quel giusto effetto lassativo, che permette così anche di contrastare la stitichezza.

Ma come tutti gli alimenti benefici, anche le Wakame hanno qualche controindicazione. Si sconsiglia, ad esempio, il consumo di alghe giapponesi in gravidanza, proprio perché non si conoscono ancora con certezza gli effetti della Fucoxantina su donne incinta. Allo stesso modo, è vietato l’utilizzo delle alghe nella dieta dei bambini, proprio perchè queste vanno a influenzare l’attività della tiroide, rischiando così di andare ad infierire sul normale sviluppo dei più piccoli. Al di questo, si tratta comunque di un alimento dalle incredibili proprietà benefiche.

Guarda anche:

Quanti tipi di noodles esistono?

Come il riso, i noodles sono un alimento chiave della cucina asiatica. Considerati dei veri...

Differenze tra la cucina giapponese e quella cinese

Chi è che non ha mangiato almeno una volta in un ristorante cinese? E chi...

Zuppa di miso: proprietà e benefici

Nel nostro percorso alla scoperta delle prelibatezze della tradizione culinaria orientale, non può certo mancare...